• fabio salaro

Apple Watch: i segreti per preparare una maratona

Un dispositivo GPS per praticare la corsa è uno strumento fondamentale se si desidera monitorare i propri progressi ed avere una stima sul recupero fisico che si necessità per non incorrere in spiacevoli infortuni.

Il marchio leader per i dispositivi GPS outdoor è Garmin, con cui ho preparato molte maratone e mi sono sempre trovato bene per l'affidabilità del GPS e per la sua robustezza agli urti.

Però il mondo sta cambiando e anche la tecnologia si muove al cambiamento, quindi mosso dalla curiosità e dall'esigenza di voler un dispositivo che mi permetta anche di effettuare e ricevere chiamate, non volendomi più portare il cellulare dietro per correre, sono passato all'Apple Watch (serie 4).

Ammetto che rispetto ai Garmin che molto conosco, l'Apple Watch non è dotato di tutte quelle funzionalità che rendono i Garmin compagni ideali per praticare la corsa.

Apple Watch però dispone di uno store che, scaricando le giuste applicazioni, vi permette di poter sfruttare questo orologio molto versatile anche per eseguire gli allenamenti più particolari per preparare una maratona.

La prima cosa che manca in un Apple Wath (aggiornato alla versione watch OS 7) è la possibilità di impostare allenamenti personalizzati (fartleck e/o ripetute), risolvibile scaricando l'applicazione Intervals Pro permettendovi di impostare al meglio i vostri allenamenti che vi porteranno a raggiungere il fantastico obiettivo di concludere la vostra maratona. Dall'Iphone potrete impostare l'allenamento più adatto alla vostra preparazione e poi inviarlo tramite bluetooth all'Apple Watch.

Altra mancanza, per tutte le persone a cui piace avere i social della corsa (Strava, Garmin Connect, Runkeeper, ecc.) è la possibilità di registrare il vostro allenamento su queste piattaforme. Se si ha un account Strava è già possibile inviare automaticamente i propri dati tramite l'app Salute integrata, però se avete più piattaforme e le volete gestire tutte al meglio vi consiglio l'applicazione RunGap che automaticamente vi trasferisce il vostro allenamento su qualsiasi piattaforma di running social voi abbiate impostato.

Ultima nota è la durata della batteria, se non vorrete rimanere a secco ricordatevi di ricaricare ogni sera il vostro Apple Watch. Purtroppo a differenza dei Garmin che hanno batterie immortali, Apple Watch dura molto di meno dovuto anche al fatto che al polso avete un dispositivo molto simile ad uno smartphone (però non vi preoccupate bastano 30 min per avere già il 60% di batteria).


951 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti